Oggi il numero dei ragazzi che decidono di perseguire una carriera nel settore primario è in forte aumento. Al fine di sostenere tale scelta, ecologica ed economicamente vantaggiosa per il nostro paese, gli istituti di credito hanno creato numerose formule di finanziamento per aiutare gli under 35 a muovere i primi passi in questo campo. Ci sono varie agevolazioni e fondi a cui accedere, istituiti per avviare un’impresa agricola o acquistare il materiale necessario a farlo. Se invece ciò che ci interessa è acquistare un terreno agricolo i giovanissimi hanno due scelte: sottoscrivere un mutuo ipotecario oppure optare per uno non ipotecario. Questi due tipi di mutui si differenziano tra loro per una serie di dettagli, come per esempio la durata e le garanzie necessarie. In questo articolo analizzeremo solo il primo caso, ma chi desidera conoscere meglio la questione può approfondire le sue competenze sul sito internet https://iprestitipergiovani.it/.

Con un mutuo ipotecario si possono acquistare anche più terreni, ed è possibile ricevere una somma di denaro in prestito anche molto alta. Ciò accade perché la banca pone un’ipoteca appunto sull’appezzamento in questione, e in caso di insolvenza da parte del debitore tale proprietà sarebbe nelle mani del creditore. Per restituire i soldi il ragazzo può impiegare un lasso di tempo anche abbastanza lungo, il cui massimo è pari a 30 anni. Con tale finanziamento il ragazzo può ricevere i soldi di cui ha bisogno abbastanza in fretta, e senza dover presentare ulteriori garanzie alla banca (il terreno fa da garanzia di per sé). Inoltre i costi previsti per tali mutui sono davvero minimi, TAN e TAEG anzi sono agevolati. Così come per un mutuo classico, anche un mutuo ipotecario per terreni agricoli può avere un tasso di interesse fisso o variabile – a seconda delle preferenze del richiedente, espresse alla banca in fase di sottoscrizione.

Di qualsiasi natura sia il mutuo agrario che ci accingiamo a chiedere è bene ricordare che per ottenerlo è necessario essere a capo di un’azienda agricola, oppure operare nel settore dell’agroindustria e dell’agriturismo. In caso contrario non ci sarà possibile accedere al finanziamento in alcun caso.